Benvenuto! Accedi o registrati.
Maggio 31, 2020, 12:27:40 pm
Indice Aiuto Ricerca Agenda Accedi Registrati
Notizia: Lo sviluppo del Forum dipende solo dalla nostra buona volontà di collaborare

+  aireradio.org
|-+  Discussioni aperte, scambi di materiali ed altro ancora
| |-+  Quattro chiacchere tra amici
| | |-+  IRRADIO BM 16
« precedente successivo »
Pagine: [1] Stampa
Autore Discussione: IRRADIO BM 16  (Letto 2407 volte)
paolo
Newbie
*
Messaggi: 6


Mostra profilo E-mail
« inserita:: Febbraio 21, 2017, 01:58:35 pm »

Buongiorno, ho iniziato a riparare un apparecchio come in oggetto. Premetto che è stato visibilmente lavorato in altre occasioni ma sarebbe nulla. Ho notato che però ci sono diversi componenti resistenze e condensatori di valori diversi da come indicato nello schema ( Ravalico e Angeletti sono simili) ma la cosa che mi fa riflettere è che sono marcati IRRADIO come altri di valore giusto e questo mi fa sorgere dei dubbi.
Potrebbe essere che esiste una variante allo schema classico Huh?? Oppure chi ha messo le mani aveva componenti IRRADIO Huh???
Se qualcuno potesse darmi aiuto sarei grato, grazie mille

Paolo
Registrato
claudio.gatti
Administrator
Full Member
*****
Messaggi: 124


Mostra profilo E-mail
« Risposta #1 inserita:: Febbraio 22, 2017, 09:12:06 pm »

Non risultano varianti. Negli anni '40 era normale montare i componenti disponibili a magazzino, compatibili con un funzionamento accettabile dell'apparecchio finito. Buon lavoro. webmaster
Registrato
paolo
Newbie
*
Messaggi: 6


Mostra profilo E-mail
« Risposta #2 inserita:: Febbraio 23, 2017, 05:32:44 pm »

Verissimo ma anche circuitalmente ci sono delle differenze e questo mi disorienta un pò
Registrato
claudio.gatti
Administrator
Full Member
*****
Messaggi: 124


Mostra profilo E-mail
« Risposta #3 inserita:: Febbraio 23, 2017, 07:49:35 pm »

Per approfondire il tema bisognerebbe valutare le eventuali differenze circuitali che potrebbero essere conseguenza (o causa) della modifica nei valori dei componenti. Le valvole sono quelle originali? Qualche intervento di riparazione successivo (fatto a sui tempo da un servizio di assistenza tecnica IRRADIO) potrebbe avere modificato i componenti, salvando la funzionalità. In quegli anni avveniva di tutto. L'apparecchio oggi nelle sue mani funziona?. webmaster
Registrato
paolo
Newbie
*
Messaggi: 6


Mostra profilo E-mail
« Risposta #4 inserita:: Febbraio 24, 2017, 01:32:35 am »

naturalmente non funzionante, le valvole originali ma per esempio dell R originali IRRADIO di valore 8K 5 K e 250 K sulla bassa che sullo schema nn vedo. Sarebbe ottimo avere una bella foto sotto il telaio per notare alcuni collegamenti
Registrato
claudio.gatti
Administrator
Full Member
*****
Messaggi: 124


Mostra profilo E-mail
« Risposta #5 inserita:: Febbraio 24, 2017, 03:46:00 pm »

Mi sembra che lei giri intorno al problema. Parta con lo schema che ha aperto sul tavolo e inserisca i componenti che mancano (e successivamente sostituisca quelli che non corrispondono allo schema), con un criterio che le permetta di capire cosa cambia e, quindi, tornare indietro se non ottiene risultati.
Verifichi prima di tutto la parte alimentatrice per evitare guai grossi se ci fossero cortocircuiti e/o elettrolitici in perdita. Il primo risultato sarebbe ottenere le tensioni di alimentazione di targa dell'apparecchio (le valvole sono tutte OK?).  Poi verifichi se la parte di bassa frequenza funziona. infine passi alla sezione alta frequenza e media, Qualcosa dovrà pure accadere! Controlli naturalmente le tensioni più significative (ed aventualmente le correti). Mi sappia dire. webmaster
« Ultima modifica: Febbraio 24, 2017, 03:48:18 pm da claudio.gatti » Registrato
paolo
Newbie
*
Messaggi: 6


Mostra profilo E-mail
« Risposta #6 inserita:: Febbraio 25, 2017, 07:59:24 pm »

allora,ho trovato alcuni valori di R 250 K e C 25.00 pf e un commutatore con R da 10 K sul modello CL14 DL22 che potrebbero essere stati collegati come questo ma non posso essere sicuro perché all'inizio ho smontato tutto. Comunque seguiro lo schema originale e poi proverò , l'unico problema un collegamento al gruppo AF dovrò capire bene dove vada....se avessi una foto di uno originale sarebbe più facile--..................
Registrato
claudio.gatti
Administrator
Full Member
*****
Messaggi: 124


Mostra profilo E-mail
« Risposta #7 inserita:: Febbraio 26, 2017, 03:51:40 am »

Se vuole proseguire in questo per me interessante scambio di esperienze, dobbiamo fare un poco di ordine sul come procedere.
1) abbiamo sempre parlato di Irradio BM16, mentre lei cita ora "modello CL14 DL22" che è un'altro modello differente. Lei ha lo schema del BM 16? In caso contrario glielo posso inviare via e-mail perché è su quello che dobbiamo ragionare.
2) male ha fatto a smontare tutto. Facile dissaldare, più difficile ricollegare se non si segue la logica che le ho già suggerito nella mail precedente e lo schema giusto.
3) sperando che non consideri la domanda indiscreta: quale è il suo livello di cognizioni tecniche e pratiche di radiotecnica? Mi serve per sintonizzarmi nell'esprimermi.
Detto questo e stabiliti gli stessi "strumenti" per entrambi, le proporrei di procedere come nei film americani in cui il pilota viene guidato all'atterraggio dalla torre di controllo a terra.
In questa fase non le serve la foto del sotto telaio che la confonderebbe soltanto.

Mi dica se le interessa procedere come le ho indicato. Mi sappia dire.
Registrato
paolo
Newbie
*
Messaggi: 6


Mostra profilo E-mail
« Risposta #8 inserita:: Febbraio 26, 2017, 11:05:33 pm »

Allora, il mio livello diciamo medio non di estrazione elettronicA MA ELETTROTECNICA.  La passione circa 15 anni fa mi ha portato intraprendere questo piacevole hobby di collezionare e ridare voce a queste macchine. Purtroppo avevo iniziato a imparare da una persona scomparsa alcuni anni fa sicuramente conosciuta credo anche nella associazione ( Giuntoli M.) ma purtroppo non ho potuto giovarmi più dei suoi meravigliosi consigli e aiuto .
Tornando all'apparecchio, il mio è un BM 16 e qui non ci piove sopra. Però lo schema originale secondo me non è preciso in alcuni punti ed è per quello che sono andato alla ricerca di altri schemi della solita casa per curiosare e capire.
E' proprio nel CL14 e DL 22 che ho ritrovato alcuni componenti e collegamenti che potrebbero essere stati nel mio BM 16 . Ad esempio non vedo nello schema BM16 un commutatore che inserisce o meno una R da 10 k che invece vedo negli altri modelli citati.
Accetto ben volentieri tutti i consigli e aiuti chev possono farmi crescere!!!
Grazie mille P.
Registrato
claudio.gatti
Administrator
Full Member
*****
Messaggi: 124


Mostra profilo E-mail
« Risposta #9 inserita:: Febbraio 27, 2017, 12:41:39 am »

Prima di tutto un pensiero a Giuntoli che ho conosciuto personalmente anni fa. Ora torniamo a noi.
Prima cosa: DIMENTICHI gli altri schemi. Il suo obiettivo deve essere di ricostruire il BM 16 e per questo le serve come riferimento lo schema di questo modello e come "sala operatoria" il suo telaio. Questo vuole dire ELIMINARE la componentistica che non risulta sullo schema ed INTRODURRE (sempre secondo lo schema) quella che non c'è. Come collegare lo vede dallo schema stesso: a questo serve!
Come le ho già suggerito parta dalla SEZIONE ALIMENTATRICE e la ricostruisca (come segnato sullo schema e con gli stessi componenti). Controlli che i componenti siano "buoni" accettando una minima tolleranza in più od in meno nel valore di targa. ATTENZIONE agli elettrolitici (2x 8 microfarad) che le consiglio di sostituire anche con valori di 2x16 microfarad. Dovrà verificare che le tensioni siano accettabili e possano esserlo anche a carico. Ovviamente controlli la 6X5. Verifichi che i vari condensatori non siano in perdita (anche se hanno un corretto valore di targa).
Il secondo passo sarà ricostruire la SEZIONE FINALE (attorno alle due valvole 6Q7 e 6V6, tra la 2a media frequenza ed il trasformatore di uscita) con l'obiettivo di sentire, almeno dei rumori, in altoparlante. Anche qui controllare le tensioni e se necessario le correnti. Mi segnali dubbi e difficoltà. A risentirci
Registrato
paolo
Newbie
*
Messaggi: 6


Mostra profilo E-mail
« Risposta #10 inserita:: Febbraio 27, 2017, 03:08:42 pm »

OK stasera procedo con questo già in parte svolto.
Però una domanda la devo fare perché sullo schema non è presente o almeno io non lo vedo, il collegamento che da un commutatore inserisce o meno una R da 10K tramite un C da 25kpF alla placca della 6V6 Huh? Che io ho staccato inizialmente ma era presente tutto marcato IRRADIO.

Grazie P.
Registrato
claudio.gatti
Administrator
Full Member
*****
Messaggi: 124


Mostra profilo E-mail
« Risposta #11 inserita:: Febbraio 28, 2017, 12:04:29 am »

Ripeto il suo schema è quello del modello BM 16. Punto. Quello che non c'è sullo schema non la deve preoccupare. Una ipotesi per fugare il suo dubbio può essere (se il commutatore va a massa) che sia stato inserito successivamente una correzione del tono. Ma ripeto non gliene deve fregare di meno!  Grin Vada e "colpisca" con calma e prudenza. Auguri.
Registrato
claudio.gatti
Administrator
Full Member
*****
Messaggi: 124


Mostra profilo E-mail
« Risposta #12 inserita:: Marzo 03, 2017, 02:38:43 am »

Ho confrontato gli schemi e quello che le ho indicato come controllo di tono (in realtà un cambio fisso di tono) esiste sul modello CL 14 e non sul BM 16. E' sicuro di avere il telaio del BM 16 Undecided? Da dove si comanda questa commutazione?
Registrato
Pagine: [1] Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  


Accesso con nome utente, password e durata della sessione

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.4 | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!